+

IN HOTEL IN SICUREZZA

Vogliamo farvi soggiornare presso la nostra struttura in piena tranquillità.
Spazi sicuri e accoglienti vi attendono all’Hotel Eurorest.
Cos’è cambiato? Ancora più attenzione ai dettagli e cura per il vostro star bene.

Leggi le nostre LINEE GUIDA clicca qui>>

PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Natura

Itinerari naturalistici nelle Colline del Prosecco

Le Colline del Prosecco sono il 55° sito italiano riconosciuto dall’Unesco nel 2019.

Nelle terre del Prosecco bellezza e gusto si fondono, invitando i visitatori a intraprendere un viaggio di scoperta tra cantine e piccoli borghi immersi tra terrazzamenti e vigneti, abbazie e fortezze. 

L’Hotel Eurorest vi propone due percorsi naturalistici, adatti per le vostre escursioni a piedi o in bicicletta.

La Via dell’Acqua è un itinerario naturalistico, tra mulini, percorsi d’acqua e boschi a Cison di Valmarino, tra le Prealpi della Marca Trevigiana. Il comune di Cison fa parte dei “Borghi più belli d’Italia” e conserva un centro storico elegante e ordinato. 
Si parte dalla piazza centrale del paese, costeggiando il torrente Rujo. 
Il percorso completo è lungo 2,5 km con un dislivello di 180 metri e un tempo di percorrenza di 1 ora e mezza (sola andata).  Il punto d’arrivo è il “Bosco delle Penne Mozze”, un memoriale immerso nella natura realizzato dagli Alpini, che ricorda i caduti trevigiani nelle guerre.

Il ” Sentiero delle Vedette” è uno degli itinerari più panoramici nelle Colline del Prosecco, da Soligo a Col San Martino.  Il sentiero è così chiamato sia perché da lassù nelle giornate più limpide si può scorgere la laguna di Venezia sia perchè “vedette” significa punto di controllo. Durante la Prima Guerra Mondiale è stato infatti un luogo di grande importanza strategica per l’esercito Austro Ungarico; dalla cima di queste colline si poteva avere una visuale perfetta su tutta la linea del fronte lungo il Piave.

Il sentiero è lungo circa 11 chilometri; la partenza è fissata presso la chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo a Soligo, ai piedi del Colle di San Gallo. La prima parte del percorso costeggia il fiume Soligo; dopo aver camminato lungo l’argine, incontrerete il capitello di Sant’Antonio, seguendo un percorso molto frequentato da escursionisti e sportivi. Questo vi condurrà tra i vigneti fino ad arrivare al borgo di Collagù, noto per il santuario che custodisce le spoglie di Sant’Emilio Martire e di Santa Florida.

Continuate il cammino inserendovi sulla Strada Giuliana, che lascerete dopo alcuni minuti per salire sulla prima delle cime, il Col Maor (436 m). Scesi alla Forcella di San Martino affronterete le colline delle Colesìe e del Col Vinal tramite il Sentiero Alpino. Eccovi di fronte al successivo colle, il Pian Serafin (470 m). Tramite una ripida strada sassosa salirete al Monte Pertegar (486 m), la più alta di queste cime.  L’ultima sarà il Monte Moncader (468 m), dove potrete visitare una galleria risalente alla Grande Guerra, perfettamente conservata. Ora finalmente è tutta discesa! Prima fino al Campo Farel e successivamente lungo una stradicciola che si snoda tra colline rivestite di vigneti in uno scenario di una bellezza straordinaria. La parte finale del percorso vi darà la possibilità di visitare l’antica chiesetta di San Vigilio, simbolo di Col San Martino. 

Un Territorio tutto da scoprire!

Dove siamo

Viale Italia 329
31015 Conegliano TREVISO

Contattaci

Clicca qui per vedere telefono ed email

wa-logo Chatta su whatsapp